FANDOM


Fate

Fate

Fate è una delle tre route presenti nella visual novel Fate/stay night.

L'eroina principale, nonché interesse amoroso di Shirou, è Saber. Fate è la prima route giocabile ed il suo completamento è necessario per sbloccare lo scenario Unlimited Blade Works.

Questa route enfatizza la trama, si concentra sul worldbuilding ed il suo tema è «se stessi come un ideale»[1].

Trama Modifica

Evocazione di Saber

Scena dell'evocazione di Saber

Emiya Shirou viene trascinato nella Guerra del Santo Graal dopo aver assistito allo scontro tra i Servant Archer e Lancer nel cortile della sua scuola. Lancer insegue Shirou all'interno dell'edificio scolastico cercando di ucciderlo, in conformità ad una regola della Guerra che obbliga ad uccidere gli astanti, se presenti. Dopo averlo rincorso per i corridoi dell'istituto lo ferisce mortalmente con la sua Arma Nobile, Gae Bolg. Tohsaka Rin, compagna di scuola di Shirou e Master di Archer, si sente in colpa per aver coinvolto Shirou in uno scontro che non lo riguarda, per cui gli salva la vita usando il suo gioiello più forte, un pendente donatole da suo padre, e se ne va prima che lui si svegli. Shirou, stupito di essere ancora in vita, ritorna a casa e viene colto di sorpresa da Lancer, che gli stava tendendo un'imboscata. Shirou cerca disperatamente di difendersi con un poster rinforzato magicamente, ma il Servant lo disarma con facilità. Dopo averlo ringraziato per i suoi sforzi e aver menzionato che avrebbe potuto essere il settimo Master, Lancer si prepara a finire nuovamente il ragazzo, ma, prima che ciò possa accadere, Shirou evoca inavvertitamente Saber, che allontana rapidamente Lancer con la sua spada invisibile. Poi, Saber esce di casa e ferisce gravemente Archer, che era appena accorso con Rin per controllare la situazione. Poco prima che possa attaccare anche la ragazza, Saber viene fermata da Shirou, ancora confuso dopo gli eventi accaduti.

Kirei regole Guerra

Kirei spiega le regole della Guerra

Rin, grata a Shirou per averle risparmiato la vita, si offre di condurlo alla chiesa in cui potrà apprendere meglio cosa sia la Guerra del Santo Graal. Lì il sacerdote, nonché supervisore della Guerra, Kotomine Kirei, spiega il ruolo di Master e Servant in questo scontro alla ricerca del Graal e rivela a Shirou che è stata proprio questa sacra reliquia ad incendiare la città dieci anni prima. Shirou accetta quindi di partecipare alla Guerra come settimo Master, con l'unico scopo di prevenire altri disastri del genere.

Saber ferita

Saber ferita gravemente da Berserker

Appena usciti dalla chiesa, Rin e Shirou vengono assaliti da una giovane Master tedesca, di nome Illyasviel von Einzbern, assieme al suo Servant, Berserker, che travolge completamente Saber. Poco prima di ricevere il colpo finale, però, Saber viene protetta da Shirou, che viene colpito al suo posto. Illyasviel, confusa da questa azione, richiama il suo Servant e se ne va.

Più tardi, Shirou si risveglia a casa sua completamente guarito. Vede anche Rin e scopre di essere stato aiutato nuovamente da lei, che si è presa cura di lui mentre riposava. I due stipulano un'alleanza per proteggersi da Illyasviel e Berserker, per ora l'unica minaccia alle loro vite. Il ragionamento che ne sta alla base è molto semplice: con Archer ferito e il Master di Saber che è un mago debole, i due Servant operano a metà forza. Nel corso di questa alleanza, scoprono che qualcuno ha eretto una fortezza di sangue all'interno della loro scuola, che, quando attivato, prosciugherà la forza vitale di chiunque si trovi nel suo raggio d'azione.

Shinji invita Shirou a casa sua-0

Shinji cerca di concordare un'alleanza

Mentre investiga per scoprire chi abbia lanciato l'incantesimo e per ottenere nuove informazioni su altri Master e Servant, Shirou scopre che il suo vecchio amico Matou Shinji è il Master di Rider. Gli antenati di Shinji erano parte di una stirpe di maghi e, nonostante i loro circuiti magici si siano indeboliti con il passare degli anni, Shinji è riuscito comunque ad evocare Rider con successo. Quest'ultimo afferma di non avere un particolare desiderio per combattere, mentre Shirou lo informa che un nuovo Servant risiede al tempio Ryudou.

Kojirou fa la sua comparsa

Assassin fa la sua comparsa al tempio Ryudou

Quando Shirou rifiuta di combattere il Servant al tempio Ryudou, Saber, insoddisfatta, va da sola ad attaccarlo. Sulla scalinata per il tempio incontra il Servant Assassin e i due si affrontano in combattimento. Appena iniziano a scambiarsi i loro colpi speciali, arriva Shirou, che impedisce loro di combattere ulteriormente. Assassin concorda, affermando di aver percepito un terzo nemico nascosto tra gli alberi, forse in attesa di vedere l'Arma Nobile di Saber, che avrebbe rivelato il suo vero nome e le sue debolezze. Assassin se ne va e Saber crolla dall'eccessivo utilizzo di forza magica, quindi Shirou la riporta a casa. Dopo essersi ripresa, lei e Shirou discutono sul fatto che lui voglia combattere al posto della ragazza, e alla fine si accordano sull'addestramento del ragazzo.

Presto Shirou scopre, con estremo dispiacere, che ad aver eretto lo spazio separato nella sua scuola era stato proprio il Servant di Shinji. Basta solo questa rivelazione per forzare uno scontro tra i due dentro l'edificio scolastico. Proprio in questo momento, Shirou inizia a mostrare buoni risultati nella sua magia di rafforzamento e nel combattimento corpo a corpo, tanto che gli incantesimi di Shinji diventano inefficaci contro di lui. Tuttavia, mentre Shirou si prepara per dare il colpo finale, interviene Rider, che lo spinge fuori dalla finestra più vicina. Durante la caduta, Shirou usa un incantesimo di comando per convocare Saber, che lo salva poco prima di cadere al suolo. La ragazza insegue Rider mentre Shirou insegue Shinji. Forzato da Shirou, quest'ultimo dice al suo Servant di rimuovere lo spazio separato, e i due fuggono con tramite l'Arma Nobile di Rider. Shirou si risveglia più tardi a casa sua e decide finalmente di combattere con Saber invece che da solo, realizzando la sua inutilità nello scontro precedente. Sebbene riluttante, Saber accetta la sua proposta di farlo combattere al suo fianco.

Rider in sella a Pegaso

Rider in sella a Pegaso

Il giorno dopo, Shirou e Saber cercano per la città i possibili luoghi in cui Shinji potrebbe erigere un nuovo spazio separato. Dopo essersi riposati nel parco fino a tarda sera, i due riprendono la ricerca e la ragazza percepisce Rider su un grattacielo vicino. Dopo aver difeso Shirou da un suo attacco, Saber inizia rapidamente ad inseguirla. Mentre le due si scontrano sul tetto di un grattacielo, Shirou pensa che anche Shinji si trovi lì. Intanto le due continuano il combattimento e Rider attacca Saber con il suo destriero, Pegaso, costringendola infine a rivelare la sua Arma Nobile, Excalibur, per salvare Shirou. Utilizzando il suo asso nella manica, Saber annienta Rider in un colpo solo e ciò provoca la distruzione del libro del falso attendente in mano a Shinji. Shirou vuole seguire Shinji, che intanto sta fuggendo, ma vede Saber crollare a terra e decide di correre da lei. Intanto Shinji, mentre scende le scale del grattacielo, viene improvvisamente ucciso da Berserker al comando di Illyasviel. Dopo aver portato Saber a casa, Shirou apprende da Rin, con grande sgomento, che il Servant ha raggiunto il limite di forza magica e presto sparirà.

Shirou inizia ad avere diversi sogni. Il primo riguarda il passato di Saber, in cui scopre che la sua identità è quella di re Artù, il famoso monarca solitario dedito unicamente a lottare per salvare la Britannia. Il secondo gli riporta alla mente il momento in cui, dieci anni prima, era stato salvato da quello che sarebbe poi diventato il suo padre adottivo, Emiya Kiritsugu, durante un incendio. Il ricordo di suo padre lo rende ancora più determinato a diventare un paladino della giustizia e, così, capisce di avere molti più punti in comune con Saber di quanti se ne aspettasse.

Poco tempo dopo, Shirou, sofferente per la possibilità di perdere Saber, incontra Illyasviel in un parco di Miyama, che vuole fare amicizia con lui, ma poi viene rapito e portato al suo castello. Fortunatamente per lui, Rin e Saber accorrono rapidamente per salvarlo. Durante il salvataggio, Illyasviel e Berserker li affrontano e Archer decide di combattere per permettere loro di scappare, ma viene ucciso. Nel frattempo, il trio raggiunge nella foresta una baracca fatiscente dove, sollecitati da Rin, Shirou e Saber hanno un rapporto sessuale, per rifornire la ragazza di una grande quantità di forza magica, così che non scompaia. Nella versione Réalta Nua, invece, viene eseguito un rituale per impiantare parte dei circuiti magici di Shirou in Saber.

Saber e Shirou utilizzano Caliburn

Saber e Shirou utilizzano Caliburn su Berserker

Recuperata la forza magica, Saber decide quindi di affrontare Berserker, ma non riesce a infliggergli danni elevati. Mentre è distratto dalla ragazza, viene attaccato di sorpresa da Rin, che lo decapita, ma poco dopo si rigenera: viene spiegato che il suo stesso corpo è un'Arma Nobile chiamata God Hand, che gli garantisce un ritorno dalla morte per ben dodici volte, una per ogni fatica compiuta in vita. Sfortunatamente per lui, però, è proprio in questo momento che si risvegliano le abilità magiche di Shirou, grazie alle quali riesce a tracciare una copia di Caliburn, la spada nella roccia, con cui uccide il Servant nemico. Senza più Berserker, Illyasviel è sola e Shirou si sente responsabile, per cui decide di tenerla con sé a casa sua.

Pochi giorni dopo, Shirou si preoccupa del passato di Saber e le chiede del suo desiderio da esprimere al Graal. Lei gli rivela che, sull'orlo della morte, ha stretto un contratto con il Mondo per ottenere il Santo Graal, che l'ha resa un Servant incompleto e, finché è in vigore, la blocca in un eterno ciclo temporale, che la riporta al suo punto di morte dopo essere stata evocata in qualunque battaglia il cui premio sia il Graal. Gli rivela quindi il suo desiderio di rifare la selezione per l'estrazione della spada nella roccia, credendo che, con un altro re al suo posto, ciò possa salvare la Britannia dal suo destino di distruzione, alterando perciò gli eventi accaduti. Infine, rivela che, se dovesse effettivamente ottenere il Graal, diventerebbe uno Spirito Eroico, eternamente servo del Mondo.

Caster trafitta dalle spade

Caster trafitta dalle spade di Archer

Prima di poter iniziare qualsiasi discussione, la casa di Shirou viene attaccata da Caster, che induce i due ad uscire per combatterla. Il combattimento tra il Servant nemico e Saber si trasforma presto in una discussione sui motivi del suo attacco, e viene rivelata la scomparsa di Assassin. Poco prima della ripresa della battaglia, Caster viene uccisa da un misterioso uomo dall'armatura dorata, identificato da Saber come il Servant Archer della Guerra precedente. La ragazza rivela che, costretta dal suo Master Kiritsugu, dieci anni prima aveva distrutto il Santo Graal. Shirou, infastidito dalle nuove rivelazioni del suo Servant, si reca in chiesa e chiede a Kirei se esiste un modo per permettere a Saber di vivere una vita normale. Il prete spiega che è impossibile, dato che nella linea temporale lei è considerata già morta. Però, gli dice che può costringerla a bere il contenuto del Santo Graal per mantenerla nel mondo, ma il ragazzo sa che il recupero del Graal significherebbe la sua morte. Avvilito da queste informazioni, Shirou lascia la chiesa e si rende conto di essersi innamorato di Saber fin dalla prima notte in cui l'ha incontrata, per cui giura di proteggerla e renderla felice.

Excalibur ed Ea si scontrano

Excalibur ed Ea si scontrano

Il giorno seguente, Shirou decide di portare Saber ad un appuntamento per tirarla su di morale. Tuttavia, la giornata si conclude con un'intensa discussione tra i due sul desiderio della ragazza e Shirou la abbandona, arrabbiato, dopo che lei afferma di non avere più bisogno di lui e che continuerà la Guerra da sola. Più tardi, però, Shirou si pente ed esce a cercare Saber per riportarla a casa. La trova nello stesso posto in cui l'aveva lasciata qualche ora prima, il ponte di Fuyuki, e sulla via del ritorno vengono bloccati da Archer, in armatura d'oro. Shirou scopre che la sua identità è Gilgamesh, il leggendario re degli eroi, e tenta di combatterlo, ma viene rapidamente sconfitto. Saber prende quindi il suo posto nel combattimento, ma viene ferita da Ea, che ha sopraffatto addirittura Excalibur. Shirou si rialza, proietta nuovamente Caliburn, ma viene subito ferito da Merodach. Tuttavia, si rigenera e si rialza ancora una volta, confessando i suoi sentimenti a Saber e partendo nuovamente all'attacco. Con la sorpresa sia sua che di Gilgamesh, Shirou proietta un oggetto misterioso che, con l'aiuto di Saber, devia il colpo del re degli eroi, facendolo arretrare. Svenuto poco dopo, Shirou si risveglia più tardi nella sua camera e viene assistito da Saber. Dopo essere guarito, il ragazzo dice nuovamente a Saber di amarla e la bacia, ma lei lo rifiuta per adempiere al suo dovere. Tuttavia, Saber chiede a Shirou di rifornirla di forza magica e alla fine si ritrovano a dormire pacificamente assieme dopo aver avuto un rapporto sessuale. Nella versione Réalta Nua, dormono semplicemente assieme, come richiesto da Saber, così da migliorare la loro connessione per ricaricarla.

Il giorno seguente, Shirou si reca in chiesa per chiedere consiglio a Kirei su Gilgamesh, ma scopre una camera di orfani in via di decomposizione, provenienti dall'incendio di dieci anni prima, utilizzati per sostenere la forza magica proprio di Gilgamesh. Cerca quindi di fuggire, ma viene ferito da Lancer sotto comando di Kirei, nonostante il suo presunto status neutrale in quanto supervisore della Guerra. Nel frattempo, Saber scopre da Rin che il contratto di Lancer era stato rubato da qualcuno e capisce subito chi sia il suo nuovo Master. Percepisce che Shirou è in chiesa e in pericolo di vita, per cui si precipita lì per salvarlo.

Mentre Saber affronta Lancer in chiesa, Kirei cerca di costringere Shirou ad usare il Graal per cambiare il suo passato, ma lui non vuole farlo e sa che il cammino che ha scelto di percorrere non sia sbagliato. Deluso, Kotomine cerca allora di convincere Saber ad usarlo, in cambio dell'uccisione di Shirou. Lei però vede la determinazione di Shirou, ripensa alla sua vita e finalmente accetta il suo passato, rifiutando il Graal. Kirei rivela quindi di essere il Master sia di Lancer che di Gilgamesh, la natura corrotta del Santo Graal e che fu il suo desiderio a provocare il grande incendio di dieci anni prima. Poi se ne va, ordinando a Lancer e Gilgamesh di uccidere Shirou e Saber, ma Lancer si rivolta contro Gilgamesh, permettendo ai due di fuggire, ma firmando così la sua condanna a morte. Fuori dalla chiesa, felice di aver salvato la vita a Shirou, Saber ammette che il suo desiderio di cambiare il passato era egoista e, accettando le azioni di Kiritsugu durante la Guerra precedente, concorda pienamente con la decisione Shirou di distruggere il Santo Graal.

Rin ferita gravemente da Kirei

Rin ferita gravemente da Kirei

Kotomine decide quindi di entrare in azione: rapisce Illyasviel e ferisce gravemente Rin, che intanto si trovavano ancora nella casa di Shirou. I due tornano a casa e scoprono da Rin, le cui condizioni fisiche non le permettono di combattere, che Illyasviel è stata rapita perché è il ricettacolo del Graal. Shirou riceve da Rin la spada Azoth per uccidere Kirei e restituisce a Saber la sua Arma Nobile nonché fodero di Excalibur, Avalon, inserita nel corpo del ragazzo durante l'incendio di dieci anni prima da Kiritsugu.

Saber e Shirou utilizzano Avalon

Saber e Shirou utilizzano Avalon

La coppia si dirige quindi al tempio Ryudou per affrontare i rispettivi nemici, Saber contro Gilgamesh e Shirou contro Kirei, e concludere una volta e per tutte la Guerra. Gli avversari hanno inizialmente la meglio: Gilgamesh ferisce Saber con il suo Gate of Babylon ed Ea, mentre Kirei lancia a Shirou le maledizioni del Graal, ma alla fine i due riescono ad annullare i loro colpi utilizzando Avalon simultaneamente. Saber poi uccide Gilgamesh con Excalibur, mentre Shirou uccide Kirei con la spada Azoth. Illyasviel viene liberata e Shirou utilizza il suo ultimo incantesimo di comando per far sì che Saber distrugga il Santo Graal, assicurando che le maledizioni contenute al suo interno non fuoriescano più.

Saber ricambia i sentimenti di Shir-- sto piangendo

Saber ricambia i sentimenti di Shirou

Con il Santo Graal finalmente distrutto, Saber ritorna al suo punto di morte, ma non prima di aver ricambiato i sentimenti di Shirou. Ritorna quindi sul luogo della battaglia di Camlann come Arturia, non più come cavaliere, accettando pienamente il suo passato. Il suo corpo morente viene trasportato nel bosco da Sir Bedivere, a cui viene ordinato di riportare Excalibur alla Dama del Lago. Alla fine, sorride debolmente e sussurra le sue ultime parole "Penso che dormirò molto più a lungo questa volta...". Poco dopo se ne va, ottenendo finalmente la pace che andava cercando da molto tempo. Nel frattempo, Shirou decide di tornare a vivere una vita normale assieme a Sakura, Taiga ed Illya, promettendo assieme a Rin di tenere Saber nella loro memoria.

« A battle has been fought, and is now over
place your sword upon the ground, and rest in the temporal peace
After dozing in the warmth of a dream, a new day will begin
the day keep passing by...
And we still chase the same star we once saw »

(Frase conclusiva di Fate)


Last Episode Modifica

Last Episode Arturia

Arturia accoglie Shirou ad Avalon

Nella versione Réalta Nua, dopo aver completato tutti e cinque i finali, è possibile sbloccare il Last Episode, la conclusione effettiva di questa route. Saber, dopo la sua morte, si reca ad Avalon e attende un "tempo infinito" prima di poter finalmente rivedere Shirou, che durante la sua vita non aveva mai smesso di credere che prima o poi si sarebbero ritrovati. I due si trovano quindi nelle terre di Avalon e decidono di restare insieme per sempre.

Bad end e dead end Modifica

  • Foresta del non ritorno (DEAD END): durante il terzo giorno, se Shirou decide di non partecipare alla Guerra del Santo Graal, due dei suoi incantesimi di comando vengono rimossi da Kirei. Uscito dalla chiesa, Shirou usa l'ultimo rimasto per revocare il contratto con Saber, che se ne va per trovare un nuovo Master. Sfortunatamente, sulla via verso casa, Shirou incontra Illyasviel e Berserker e viene fatto a pezzi da quest'ultimo prima che la ragazza possa maledirlo, in modo che non muoia o perda conoscenza a meno che la sua testa non venga distrutta. Infine, questa viene raccolta, così che Illyasviel possa torturarlo indefinitamente.

Note Modifica

  1. (EN)  The Fate/stay night Staffs Interview, su ComiPress.