FANDOM


Matou Sakura (間桐 桜, Matō Sakura?), nata come Tohsaka Sakura (遠坂 桜, Tōsaka Sakura?), è una delle tre eroine principali di Fate/stay night e Master di Rider durante la quinta Guerra del Santo Graal. Inoltre, è la Master di Avenger, Saber Alter e Berserker annerito nella route Heaven's Feel.

È la sorella adottiva di Matou Shinji e sorella carnale di Tohsaka Rin. Ha un'ovvia cotta per Emiya Shirou, che la vede come parte della famiglia. Da quando si è ferito durante il primo anno di liceo, Sakura ha l'abitudine di andare spesso a casa sua per aiutarlo nelle faccende quotidiane.

Profilo Modifica

Passato Modifica

Nata come Tohsaka Sakura, è la sorella carnale di Tohsaka Rin e figlia di Tohsaka Tokiomi e Zenjou Aoi. Come per la gran parte delle casate di maghi, suo padre dovette scegliere una sola delle sue figlie a cui insegnare i segreti di famiglia, ma dato il loro enorme potenziale latente, sarebbe stato uno spreco allevarne una da comune mortale. Per questo motivo, Matou Zouken della casata Matou, alleata di vecchia data dei Tohsaka, si offrì di adottare Sakura, con l'intento di allevarla addestrandola per diventare la prossima capofamiglia, poiché il suo stesso erede, Shinji, era incapace di praticare le arti magiche.

Dovendo sopportare il crudele addestramento di Zouken e Byakuya, suo padre adottivo, Sakura divenne come un guscio vuoto, privo di emozioni e rassegnato al suo destino. Quando Matou Kariya, fratello di Byakuya e amico di Aoi, venne a conoscenza delle intenzioni di Zouken, tentò di vincere la quarta Guerra del Santo Graal nella speranza di liberarla dalle torture. Sfortunatamente morì nel suo tentativo, e Sakura non fu in grado di capire le intenzioni di suo zio, demoralizzandosi a tal punto da convincersi di non poter andare contro il volere di Zouken.

Dopo aver raccolto i frammenti del Graal contaminato, distrutto alla fine della quarta Guerra, Zouken li ibridò con molti dei suoi vermi dell'emblema e li impiantò nel corpo della bambina, che iniziarono a forzare la sua produzione di forza magica per sostenersi. Qualche tempo dopo, Sakura incontrò il suo nuovo fratello adottivo, Shinji, che all'epoca della quarta Guerra era fuggito all'estero. Anche Shinji iniziò a maltrattarla quando scoprì che l'erede della famiglia Matou era diventata lei e non lui. Dato Sakura si scusò ed espresse pietà nei suoi confronti, Shinji pensò che fosse il suo modo di sottomettersi a lui, dal momento che non mostrava alcuna emozione. Inoltre, poco tempo dopo la morte di Byakuya, Shinji iniziò anche a violentarla.

Nonostante venisse castigata ed umiliata quotidianamente, Sakura mantenne la sua posizione con grande stoicismo. Durante gli undici anni dopo la sua adozione, crebbe di risentimento nei confronti di Zouken per la sua crudeltà, Tokiomi per averla cacciata dalla famiglia e Rin, per non essere mai venuta a salvarla. Tuttavia, conservava ancora il fiocco donatole da sua sorella al momento della sua partenza. Sakura trasse le forze per sopportare tali difficoltà da Shirou, che ammirava per la sua dedizione. L'ispirazione provenne da quando lo vide, al crepuscolo durante le scuole medie, mentre tentava insistentemente di saltare un'asticella durante una sessione pratica di atletica leggera. Al liceo si iscrisse al club di tiro con l'arco per essere ancora più vicina a lui[1]. Un anno prima degli eventi narrati in Fate/stay night, Shirou si ferì ad un braccio e Sakura raccolse abbastanza coraggio da avvicinarsi a lui per poterlo aiutare. Da allora, lo visita ogni giorno per aiutarlo nelle faccende quotidiane.

Aspetto Modifica

  • Sakura in abiti casual
  • Sakura con l'uniforme del club di tiro con l'arco
  • Sakura con l'uniforme da cameriera
  • Sakura due anni dopo Heaven's Feel

Sakura è una giovane ragazza dagli occhi e i capelli viola e un seno prosperoso. Il nastro fucsia che porta sulla testa le è stato dato da sua sorella Rin prima di andarsene dalla famiglia Tohsaka, ed è anche il primo nastro che lei abbia mai realizzato. A scuola indossa l'uniforme dell'istituto, mentre il suo abbigliamento casual consiste in un cardigan rosa, un top bianco e una gonna lunga color crema.

Ruolo Modifica

Fate/stay night Modifica

Nelle route Fate e Unlimited Blade Works, Sakura svolge un ruolo secondario e appare solo come amica di Shirou, per cui ha una cotta evidente. Ogni giorno lo visita a casa sua e inizia a competere con Rin per l'affetto.

Heaven's Feel Modifica

« No, senpai. Probabilmente finirò per farti del male... ti farò del male, senpai, però... voglio che resti così. »

(Sakura a Shirou, Fate/stay night, route Heaven's Feel)

In Heaven's Feel viene rivelato che Sakura è la vera Master di Rider, convocata pochi giorni prima dell'inizio della quinta Guerra del Santo Graal. Tuttavia, sotto la pressione di Shinji e senza il desiderio di combattere Shirou e Rin, cede a lui i diritti di Master, mantenendo però gli incantesimi di comando. Quando Rin e Shirou cominciano a diventare più intimi, Sakura inizia a provare disprezzo verso sua sorella, intensificato dal fatto che Rin non venne mai a salvarla dalla famiglia Matou.

Manga Modifica

« Fratello... senpai... riusciremo mai a tornare a quei tempi felici? »

(Sakura a Shirou e Shinji, manga di Fate/stay night, capitolo 24)

Nel manga di Fate/stay night, che segue le route Fate e Unlimited Blade Works, Sakura è un personaggio di supporto. Viene addestrata da Byakuya al posto di Zouken, che qui non compare, e non viene violentata da Shinji, nonostante sia comunque offensivo nei suoi confronti. Mostra preoccupazione per Shirou e per suo fratello, desiderando che i tre tornino ad essere buoni amici come un tempo, prima della quinta Guerra del Santo Graal. Guarda da lontano ed in silenzio lo scontro tra Saber e Rider, e dopo che Shinji viene sconfitto e cade dall'edificio, utilizza il suo ultimo incantesimo di comando per ordinare a Rider di salvarlo.

Fate/hollow ataraxia Modifica

In Fate/hollow ataraxia, Sakura vive una vita tranquilla nella città di Fuyuki, lasciata in sua supervisione da Rin, chiamata a Londra dall'Associazione dei Maghi, e diventa popolare al liceo Homurahara come capitano del club di tiro con l'arco. Il suo lato oscuro è ancora presente, ma compare unicamente a scopo d'intrattenimento. Shinji rivela a Shirou che lei ha assunto il controllo della famiglia Matou, e sia lui che Zouken ne sono terrorizzati.

Fate/Unlimited Codes Modifica

In Fate/Unlimited Codes, Sakura oscura è uno dei personaggi giocabili e viene chiamata col nome di "coppa dei Makiri" (マキリの杯, Makiri no sakazuki?).

Carnival Phantasm Modifica

SakuraCP

Sakura in Carnival Phantasm

Nonostante sia una delle tre eroine principali in Fate/stay night, in Carnival Phantasm Sakura possiede un ruolo minore rispetto a Saber e Rin. Tuttavia, le viene interamente dedicato uno degli episodi, intitolato Sakura del serial TV di TYPE-MOON, parodia di una soap opera.

La sua personalità oscura viene esagerata comicamente, ad esempio complimentando se stessa nei suoi monologhi e pedinando Shirou nei suoi appuntamenti con le altre due eroine, mostrando un ghigno malizioso e anticipandolo nei luoghi che vuole raggiungere.

Abilità e poteri Modifica

Emblema magico Modifica

L'emblema magico della famiglia Matou, sotto forma dei vermi dell'emblema di Zouken, viene impiantato in lei da bambina come parte del suo processo di acclimatamento alla sua nuova famiglia. Crescono dentro di lei per undici anni, diventando come un nervo distribuito in tutto il suo corpo, similmente ad un circuito magico.

Santo Graal nero Modifica

Alla fine della quarta Guerra del Santo Graal, Zouken riesce ad ottenere un frammento del Santo Graal, lo combina con i suoi vermi dell'emblema e lo impianta nel corpo di Sakura, trasformandola in un secondo Santo Graal minore incompleto[2]. Sakura viene cresciuta per essere in grado di agire come un Santo Graal nero (黒の聖杯, Kuro no Seihai?).

Sakura oscura Modifica

Dopo aver rifiutato il controllo di Zouken e ceduto al suo vero io, Sakura diventa Sakura oscura (黒桜, Kuro Sakura?), un'alterazione vendicativa e psicotica del suo normale io. È probabile sia che abbia ceduto allo stress causato dall'essere il Santo Graal, sia che la sua coscienza sia svanita e che la sua ombra l'abbia sopraffatta. Grazie alla sua affinità con essa, Sakura è capace di prenderne il controllo.

Giganti d'ombra Modifica

  • I giganti d'ombra evocati contro Rin
  • La dimensione di un gigante d'ombra
  • La vera dimensione di un gigante d'ombra

I giganti d'ombra (影の巨人, Kage no Kyojin?) sono famigli composti interamente dall'elemento del Vuoto. In circostanze normali sono estremamente piccoli, ma quando i poteri di Sakura sono amplificati da Angra Mainyu, le loro dimensioni aumentano considerevolmente e si comportano come una maledizione cristallizzata. Ciascuno di essi è composto da circa mille unità di forza magica e può rivaleggiare con le Armi Nobili dei Servant stessi. Sakura ne può produrre illimitatamente e la quantità di forza spesa per crearli durante una singola battaglia è di circa cento milioni di unità, quanto basterebbe per gestire un dipartimento alla Torre dell'Orologio per circa cento anni.

Portando dentro di loro i poteri di tutti i mali del mondo, per eliminarli non basta solo qualcosa che annulli le maledizioni, ma una quantità di forza magica pari a quella spesa per crearli. Tohsaka Rin in Heaven's Feel riesce a sconfiggerli solo tramite la spada di gemma di Zelretch, che le permette di eguagliare la forza magica utilizzata da Sakura per produrli grazie all'effetto della seconda vera magia.

Creazione e sviluppo Modifica

Il concept iniziale di Sakura è basato su Asagami Fujino[3].

Mentre scriveva la trama di Fate/Zero, guardando Tohsaka Sakura raffigurata nel Character material, Urobuchi Gen credeva che pensare «Aaah, in questo momento sto scrivendo di un mondo che fa del suo meglio per maltrattare brutalmente questo tipo di ragazza.» fosse un «pesante fardello mentale», per cui decise di tormentarla ancor di più. Nonostante Sakura compaia solo due volte in questa opera, il suo "indice di miseria" potrebbe essere il più elevato tra tutti i personaggi della serie. Nella prima stesura stesura della scena della morte di Matou Kariya, la trama era «davvero inumana». Dopo aver sgridato Urobuchi dicendogli «Comunque, di che colore è il tuo sangue!?», questa fu una delle poche scene che Nasu Kinoko interruppe, cambiando il monologo di Sakura in uno molto più mite e calmo[4].

Accoglienza Modifica

Nel sondaggio sui personaggi condotto in occasione del TYPE-MOON Fes. 10th Anniversary Event, Sakura di Fate/stay night si è classificata all'8° posto ed è stata il quinto personaggio femminile più votato. Sakura di Fate/Zero si è classificata al 150° posto, mentre Sakura oscura di Fate/stay night si è classificata al 176° posto.

Galleria Modifica


NoteModifica

  1. Fate/complete material III: World material - FAQ con Nasu: Personaggi, p.134-135.
  2. Fate/complete material III: World material - Record of Heavens Feel - Holy Grail War: History of the Lesser Grail, p.009
  3. Fate/side material - Enciclopedia: Matou Sakura, p.74
  4. Fate/Zero material - Enciclopedia: Tohsaka Sakura, p.101
  5. Lerche, su Wikipedia